Il Concorso Letterario di CiaoLapo

 

Giunto alla sua quinta edizione, il concorso letterario “Le Parole dell’Amore” ha visto la partecipazione di quasi cinquecento autori, la pubblicazione di 5 antologie di opere scelte e di due testi che hanno ricevuto la menzione speciale all’unanimità della giuria.

L’edizione 2017 intende esplorare “un tema dentro il tema”:

“Di tempeste e arcobaleni: nuove attese e nuove nascite dopo un lutto perinatale”

con l’intento di dare spazio, parole e voce all’esperienza di maternità e paternità successive ad un lutto perinatale.

Il lutto è un tabù, il lutto perinatale è un tabù dentro al tabù, difficile da esplorare e da affrontare. Nell’immaginario comune, il lutto perinatale finisce con l’arrivo di un nuovo bambino. Sappiamo per esperienza personale che così non è. Lo sanno anche gli psicoterapeuti e i ricercatori che negli anni hanno seguito i bambini “nati dopo” e  le loro famiglie.

Lo sanno i giovani ragazzi, fratelli e sorelle nati prima o dopo un lutto perinatale, che più volte ci hanno scritto sottolineando l’importanza del lavoro di CiaoLapo per i loro genitori e per loro stessi.

Pensiamo che sia arrivato il momento opportuno per affrontare questo tema insieme ad autori, genitori, operatori. Per dare parole a questo “non argomento“, spesso imprigionato dentro alla cornice del “lieto fine“, e alle persone che lo hanno vissuto, come genitori o come figli.

Come sono le gravidanze successive ad un lutto perinatale? Cosa accade durante le gravidanze, e le nascite dopo un lutto? Cosa succede al percorso di genitorialità? Alle donne? E agli uomini? Come cambia l’attesa “di un fratellino” dopo un lutto perinatale?

Chi ha atteso un “arcobaleno” (così si chiamano i bambini nati dopo un lutto perinatale) sa di cosa stiamo parlando. E anche i giovani arcobaleni, in qualche misura, lo sanno. Sanno cosa accade a causa del lutto, cosa accade alle nuove esperienze di genitorialità, cosa accade dentro le famiglie quando le morti e le nascite si intrecciano nelle nostre biografie.

Se per far crescere un bambino occorre un intero villaggio, se ognuno ha una funzione educativa e di cura, è bene che il villaggio cominci a interrogarsi su come si accolgono gli arcobaleni (e le tempeste, prima degli arcobaleni). Scrivere di tempeste e arcobaleni può essere un modo per iniziare a fare cultura su questo non detto.

Vi invitiamo a leggere la storia del concorso e il regolamento qui di seguito.

Il nostro concorso: storia e informazioni per i partecipanti

Vorrei parlarti del freddo del cuore,
del mio cuore di radice ferita.
Alda Merini

L’associazione CiaoLapo Onlus ha tra i suoi obiettivi primari la sensibilizzazione della società e l’educazione della cittadinanza sui temi inerenti la perdita in gravidanza, il lutto perinatale, e l’elaborazione del lutto di adulti e bambini.

Per questo motivo CiaoLapo ha istituito nel 2011 un momento di speciale riflessione e creatività su questo tema, creando un concorso letterario permanente: Le parole dell’Amore: storie di Maternità tra Cielo e Terra, in collaborazione con la casa editrice Ipertesto Edizioni di Verona e con Officina Grafica Editoriale.
Il concorso è aperto a tutti coloro che siano interessati ad approfondire le molteplici tematiche correlate ad un’esperienza di perdita perinatale.
Possono partecipare scrittori professionisti che desiderino cimentarsi sul tema del lutto in gravidanza o dopo il parto; sono benvenuti i genitori e i familiari che vogliano scrivere le loro esperienze autobiografiche di lutto.

Al concorso sono ammesse soltanto opere originali e inedite, di esclusiva proprietà intellettuale dell’autore.
Ulteriori dettagli con le caratteristiche richieste per le opere ed il regolamento del concorso vengono pubblicati di volta in volta in ogni edizione del bando.

La prima edizione di “Le parole dell’Amore: storie di Maternità tra Cielo e Terra” si è conclusa nel mese di Agosto 2011 con la partecipazione di 20 autori. Il concorso è stato vinto da Antonio Agrestini, con il testo “Le Canzoni sono Angeli“.

Le 10 opere più votate dalla giuria, composta da cinque membri, sono state incluse nel primo volume della serie “Le parole dell’amore” e pubblicate per Ipertesto Edizioni col titolo “Le Canzoni sono Angeli” (vedi la presentazione del libro).

Copertina Mente e CervelloIl racconto vincitore del concorso 2011 è stato pubblicato sul numero 85, Gennaio 2012 di “Mente e Cervello”, mensile di “Le Scienze”, corredato da una presentazione di Claudia Ravaldi e da un editoriale del Direttore della rivista Marco Cattaneo. Potete leggere l’editoriale in questa pagina del sito di “Mente e Cervello”.

La seconda edizione del concorso ha portato alla stampa di due distinte sezioni: un libro per le prose “Eri già con noi: sezione prosa” e un libro di poesie “Eri già con noi: sezione poesia“. La premiazione è avvenuta a Castel San Pietro Terme, in occasione del Raduno Nazionale di CiaoLapo Onlus, a Ottobre 2013.

La terza edizione si è distinta per la particolare profondità delle opere premiate: ne è nato un libro “La notte negli occhi” ed una fiaba per bambini “I palloncini colorati di Gea” ha avuto una menzione speciale. La premiazione è avvenuta al teatro del Cassero di Castel San Pietro Terme, a Ottobre 2014.

La quarta edizione ha visto una corposa partecipazione di autori; ne è nata un’antologia “Aptonomia” e per la menzione speciale riconosciuta all’unanimità dai giurati è stato pubblicato un libro autobiografico, “Giorno dopo Giorno“, di Silvia Maschio, autrice e blogger. La premiazione è avvenuta al teatro del Cassero di Castel San Pietro Terme, a Ottobre 2016.

 

A Marzo 2017 è stato pubblicato il bando per la quinta edizione del concorso letterario.

Il tema di quest’anno è:

“Di tempeste e arcobaleni: nuove attese e nuove nascite dopo un lutto perinatale”

ed esplora la complessità delle nuove attese e delle nuove nascite dopo un lutto perinatale.

Aspettiamo i vostri contributi, buon lavoro!